Comune di Monsampolo del Tronto (AP)

Monumenti

Comune di Monsampolo del Tronto
Monumenti
Immagini

 

Piantina Monumenti

MUSEI E PUNTO INFORMATIVO TURISTICO - ORARI E BIGLIETTI

APERTURA PRIMAVERILE 2016
Marzo, Aprile e Maggio 2016 tutte le domeniche
inclusi 25, 26, 28, 29 Marzo, 25 Aprile e 1° Maggio
orario dalle 16:00 alle 19:00

Biglietteria: Convento di S. Francesco
- Museo della Cripta: € 2
- Tour dei musei: € 4 (Cripta, Archeologico, Civico, Ipogei)

info e prenotazioni (anche fuori orario)
tel. 3771500858

 

Museo della Cripta

Museo 2016

(clicca sull'immagine per scaricare la locandina)

 

Sono stati portati alla luce oltre 20 corpi umani mummificati. In maggioranza si tratta di mummie “naturali”; tra queste è stato osservato anche un caso di mummificazione antropogenica ottenuta attraverso un procedimento chirurgico di eviscerazione.
Le condizioni climatico-ambientali hanno eccezionalmente permesso di conservare i corpi, ma anche gli abiti realizzati con fibra vegetale. L’esame delle vesti ha messo in evidenza, oltre alla varietà delle fogge riconducibili ad un ceto popolare del Piceno, lo straordinario stato di conservazione delle fibre tessili.
Tra i pezzi ritrovati: abiti femminili, gilet maschili, calze, cuffie, camicie. Sono tutti molto rappezzati, ma allo stesso tempo ricchi di particolari come bottoncini, preziosi merletti e ricami, segno che i corpi sono stati seppelliti con le vesti povere ma migliori, quelle della festa.
I corpi sono stati ricomposti negli ambienti ove sono stati trovati, nella cappella della “Buona Morte” e nell’attigua cripta. In questi suggestivi spazi è stato allestito il racconto del rinvenimento e degli studi e si possono osservare, oltre ai corpi mummificati, gli abiti, i tessuti, i rosari, le medaglie, gli anelli e tutti gli oggetti rinvenuti durante lo scavo archeologico.
I restauri delle opere legate ai riti della Settimana Santa
Una sezione del museo ospita opere d’arte rinvenute durante i lavori di restauro o attinenti alla Confratrernita della buona morte.
Sono esposte due interessanti opere devozionali che ancora oggi sono utilizzate nei riti della Settimana Santa: l’Ecce Homo e Gesù Crocifisso delle “Tre ore di agonia”. Nella cappella della buona morte è stato restaurato l’affresco della “Pietà”. A queste opere si aggiungono altre due interessanti sculture devozionali: “La Madonna del Rosario” ed il simulacro di “S.Teopista”.

Per info ed orario è possibile cliccare sul seguente link:
https://www.comune.monsampolodeltronto.ap.it/archivio6_eventi-in-agenda_0_42_15_1.html

Museo ArcheologicoI reperti esposti nel museo riguardano rinvenimenti di due necropoli di epoche diverse: una d’epoca romana (II secolo d.C.) e l’altra di un insediamento piceno riferibile al VI-V secolo a.C
http://www.musei.marche.it/web/RicercaMusei/DettagliMuseo.aspx

Convento di S.Francesco
Edificio di fine sec.XVII di notevole interesse è il seicentesco chiostro, con al centro un pozzo in travertino, ed il refettorio con stratificazioni di affreschi (secc. XV-XVII).

 

Museo Civico

Il Museo si divide in due sezioni: una dedicata all’arte sacra (XV-XVI-XVII sec.) e una riguardante l’esposizione di alcuni dei volumi più importanti della
http://www.musei.marche.it/web/RicercaMusei/DettagliMuseo.aspx

Biblioteca Tomistica (secc. XV-XVIII).
Si segnala la scultura lignea del S.Alessio (sec. XVII)
https://web.infinito.it/utenti/n/nitaumbri/tomistica.htm

Torre di AvvistamentoRisalente al sec. XIV, assolveva a funzioni di controllo del territorio comunale e di vedetta verso il mare Adriatico e il Regno di Napoli.


Percosi Ipogei

120 metri di camminamenti sotterranei, situati sotto il colle di Terra Vecchia tra le mura dell’antico castello e le cantine dei Palazzi nobiliari.
https://web.infinito.it/utenti/n/nitaumbri/ipogei/ipogei.htm

 

Palazzo Guiderocchi

Situato in Piazza Castello, dal 1589 era residenza della contessa Aurelia Guiderocchi. Da notare sul portale cinquecentesco del Palazzo lo scudo inquartato dei Guiderocchi. Poco sotto è visibile una “formella templare”.
Palazzo Malaspina- Maestosa residenza seicentesca dei Malaspina, caratterizzata da un portale bugnato sovrastato dal bassorilievo araldico della potente dinastia; si colloca all’estremo limite di Piazza Castello.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Monsampolo del Tronto (AP) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.