Comune di Monsampolo del Tronto (AP)

Velocità eccessiva: controlli e sanzioni

Comune di Monsampolo del Tronto
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
Immagini
Velocità eccessiva: controlli e sanzioni
Rilevamento elettronico velocità
06-11-2021 -

Per la determinazione dell’osservanza dei limiti di velocità sono considerate fonti di prova le risultanze di apparecchiature debitamente omologate. Le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite nel regolamento di esecuzione del Codice della Strada. Le modalità di impiego sono stabilite con decreto del Ministro dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Interno. 

Il quadro sanzionatorio per la violazione dei limiti di velocità è regolamentato dall’articolo 142 del Codice della strada, secondo le fasce di eccesso.

In particolare il comma 7 prevede che chiunque non osservi i limiti minimi di velocità, ovvero supera i limiti massimi di velocità di non oltre 10 km/h, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 42 a € 173.


Il comma 8 prevede che chiunque superi di oltre 10 km/h e di non oltre 40 km/h i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 173 a € 694
e la decurtazione di 3 punti dalla patente.


Il comma 9 prevede che chiunque superi di oltre 40 km/h ma di non oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 543 a € 2.170 e la decurtazione di 6 punti dalla patente. Dalla violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi (tra otto e diciotto mesi in caso di recidiva in un biennio).


Il comma 10 prevede che chiunque superi di oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 845 a € 3.382 e la decurtazione di 10 punti dalla patente. Dalla violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei a dodici mesi (in caso di recidiva in un biennio è prevista la revoca della patente).


Per gli accertamenti della velocità, qualunque sia l’apparecchiatura utilizzata, al valore rilevato sia applicata una riduzione pari al 5%, con un minimo di 5 km/h.


Per le violazioni del comma 7 e comma 8 è ammesso il pagamento in misura ridotta del 30% della sanzione minima se il pagamento è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione.


Le violazioni commesse tra le 22:00 e le 7:00 sono aumentate di un terzo. I conducenti che hanno la patente da meno di tre anni subiscono una decurtazione di punti doppia, che vale per tutte le violazioni alle norme delle circolazione. Le violazioni commesse alla guida di mezzi pesanti comportano il raddoppio della sanzione. Alla terza violazione da almeno 5 punti commessa in un anno scatta la revisione della patente, come nel caso di Patente a ZERO punti.


La notifica del verbale dev’essere effettuata entro 90 giorni “dalla data in cui risultino dai pubblici registri o nell'archivio nazionale dei veicoli l'intestazione del veicolo e le altre indicazioni identificative degli interessati o comunque dalla data in cui la pubblica amministrazione è posta in grado di provvedere alla loro identificazione”.


Il proprietario del veicolo è tenuto, ai sensi dell’art. 126-bis comma 2 C.d.S., a comunicare all’organo di polizia che procede i dati relativi del conducente. Nel caso in cui il proprietario del veicolo risulti una persona giuridica, il suo legale rappresentante o un suo delegato è tenuto a fornire gli stessi dati. Pertanto, entro il termine di 60 giorni dall’avvenuta ricezione del verbale, dovrà inoltrare il modulo in allegato al verbale, compilato con il nominativo dell’effettivo conducente e completo dei dati relativi alla patente. La mancata comunicazione, sebbene non comporti alcuna decurtazione dei punti, prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa da € 291 euro a
€ 1166 euro, secondo quanto previsto dall’articolo 126 bis comma 2 del Codice della Strada.


Le spese di accertamento e di notificazione sono poste a carico di chi è tenuto al pagamento
della sanzione amministrativa pecuniaria come indicato al comma 4 dell’art. 201 (Notificazione delle violazioni).


Si rammenta che con il segnale di “inizio centro abitato” si determinano gli effetti delle norme di comportamento che per legge si applicano all'interno dei centri abitati, come ad esempio il divieto di utilizzare i segnalatori acustici salvo casi di emergenza, l’obbligo per i ciclomotori a due e tre ruote e per i motoveicoli di tenere accesi gli anabbaglianti anche di giorno e, infine, il “limite” ordinario massimo di velocità di 50 Km/h,
salvo sia diversamente specificato con apposita segnaletica.


Per i controlli elettronici della velocità programmati sul territorio di Monsampolo del Tronto nei prossimi mesi, da parte della Polizia Locale, vedasi "Calendario postazioni di novembre e dicembre 2021".

 

 

 


Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Logo pneumatici invernali
15-11-2021 -
A partire da oggi 15 novembre e fino al 15 aprile 2022 scatta l’obbligo, per tutti i veicoli a motore, di circolare sulle strade di competenza provinciale con speciali pneumatici invernali ....
Logo controllo della velocità
05-11-2021 -
Il presente avviso ha natura informativa e preventiva a tutela della sicurezza stradale. Si rende noto che, a partire da lunedì 8 novembre e fino al 9 dicembre 2021, il Servizio di Polizia Locale di Monsampolo ....
Logo infrazioni semaforiche
25-09-2021 -
Dalla mezzanotte di lunedì 27 settembre 2021, dopo un opportuno periodo di monitoraggio, verranno attivati gli impianti per la rilevazione delle infrazioni semaforiche “Velocar red&speed - mod. ....

In questa pagina

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Monsampolo del Tronto (AP) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.