Comune di Monsampolo del Tronto (AP)

Sicurezza stradale: occhio al semaforo posto all'intersezione di via Salaria con via Colombo

Comune di Monsampolo del Tronto
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati
Immagini
Sicurezza stradale: occhio al semaforo posto all'intersezione di via Salaria con via Colombo
Logo infrazioni semaforiche
18-08-2021 -

A seguito degli indirizzi della Giunta comunale volti alla predisposizione di misure relative alla “Sicurezza stradale”, in via sperimentale è stata autorizzata l’installazione di apparecchi elettronici che consentono il rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche nell’intersezione di via Salaria con via Colombo e l’accertamento dell’osservanza dei limiti di velocità, con dispositivi mobili, sulle arterie principali del territorio di Monsampolo del Tronto. 

L’Ufficio di Polizia Locale sta predisponendo gli atti propedeutici alla realizzazione e all'attivazione delle misure indicate.

In particolare, si porta a conoscenza che entro il mese di agosto (il giorno di attivazione verrà reso pubblico appena definito), rilevatori elettronici installati al semaforo dell’intersezione di via Salaria con via Colombo, fotograferanno h 24 chi passa col rosso o chi supera la striscia di arresto durante la luce rossa. 
Per evitare le sanzioni, pertanto, si consiglia di guidare con prudenza e fermarsi prima della linea di arresto!


Come funzionano i rilevatori delle infrazioni semaforiche?

Presso l’intersezione di via Salaria con via Colombo è stato installato, per entrambi i sensi di marcia, il Velocar Red & Speed Evo. Tale apparecchio elettronico, ancora non attivato, rileva e documenta, con prova video - fotografica, il passaggio con il rosso da parte dei veicoli ma non solo. 

Ai sensi del comma 2 dell’art. 41 del Codice della Strada, il semaforo è una lanterna di forma circolare e di colore:

a) rosso, con significato di arresto;
b) giallo, con significato di preavviso di arresto;
c) verde, con significato di via libera. 

Secondo quanto stabilito dai commi 9, 10, 11 dell’art. 41 C.d.S.:
 

  • quando è accesa la luce verde i veicoli possono procedere verso tutte le direzioni consentite dalla segnaletica verticale e orizzontale” ma non possono impegnare l’incrocio se non sono sicuri di poter liberare l’area prima che si accenda il rosso. Pedoni e ciclisti hanno la precedenza se a essi è stata data via libera nello stesso momento.
    I conducenti che devono svoltare devono dare la precedenza ai veicoli che sopraggiungono da destra ed a quelli inseriti nella corrente di traffico in cui stanno per immettersi;
  • quando è accesa la luce gialla, i veicoli non possono superare i punti fissati per l’arresto, a meno che, nel momento in cui si accende la luce gialla non possano fermarsi in condizioni di sicurezza. In questo caso devono sgomberare con prudenza, ma rapidamente l’area d’intersezione;
  • quando è accesa la luce rossa, i veicoli non devono oltrepassare la linea di arresto, se questa è assente non devono impegnare l’area d’intersezione e neppure quella di attraversamento pedonale.


Il Velocar Red & Speed Evo si basa su un sistema di rilevamento che si attiva solo quando il semaforo è rosso, per cui non si corre alcun rischio se è accesa la luce gialla
Per certificare l’avvenuta violazione le foto devono ritrarre la luce rossa del semaforo e il veicolo in transito. Per ogni infrazione il sistema scatta 6 foto e viene attivata la registrazione di un video che documenta la prosecuzione della marcia. I fotogrammi vengono sottoposti al vaglio degli agenti di Polizia Locale incaricati per la loro convalida ed in tale momento per motivi di privacy vengono anche oscurati dalle foto visi, targhe e quant’altro non direttamente connesso all’infrazione. Poiché tale meccanismo oscurante non è possibile per il video in virtù delle stringenti normative sulla tutela della Privacy questo resterà agli atti della Polizia Locale (per eventuali contenziosi) mentre i soggetti sanzionati potranno visionare le foto su una sezione del sito della Polizia locale che verrà indicata nel verbale. 

Il Velocar Red & Speed Evo, come tutte le apparecchiature di regolazione del traffico e di rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada, è omologato prima della sua commercializzazione e installazione su strada e revisionato in seguito ogni anno. Con il Velocar Red & Speed Evo la sanzione arriva anche chi in frenata arresta il veicolo dopo la striscia bianca di arresto. Infatti per tutelare i pedoni o gli altri automobilisti è presente, nei pressi di un incrocio o di un semaforo, una linea bianca trasversale posta sull’asfalto, allo scopo di indicare ai conducenti il punto in cui arrestare il veicolo.

Il Codice della Strada precisa all’art. 41, comma 11, che al semaforo “durante il periodo di accensione della luce rossa, i veicoli non devono superare la striscia di arresto, in mancanza di tale striscia i veicoli non devono impegnare l’area di intersezione, né l’attraversamento pedonale, né oltrepassare il segnale, in modo da poterne osservare le indicazioni”.


Il Codice della Strada prevede che:


“Chiunque non osserva i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale o nelle relative norme di regolamento, ovvero dagli agenti del traffico, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 42 a euro 173” (art. 146, comma 2, C.d.S.).


In caso di inosservanza:

riduzione del 30% pagamento entro 5 gg: 29,40 euro + detrazione di 2 punti
pagamento in misura ridotta: 42 euro + detrazione di 2 punti

(Punti 4 in caso di patente conseguita da meno di 3 anni)

mentre

“Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell’agente del traffico vietino la marcia stessa, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 167 a euro 666” (art. 146, comma 3, C.d.S.).


In caso di inosservanza:

riduzione del 30% pagamento entro 5 gg: 116,90 euro + detrazione di 6 punti
pagamento in misura ridotta: 167 euro + detrazione di 6 punti

(Punti 12 in caso di patente conseguita da meno di 3 anni)


Attenzione: quando lo stesso soggetto sia incorso, in un periodo di due anni, in una delle violazioni di cui al comma 3 per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi, ai sensi del capo I, sezione II, del titolo VI. Gli importi delle sanzioni aumentano di un terzo se le infrazioni avvengono nelle ore notturne, precisamente nel periodo compreso tra le 22:00 e le 07:00 di mattina. Il termine di notifica del verbale è di 90 giorni dall’accertamento dell’infrazione.

Per ulteriori informazioni:

Servizio di Polizia Locale 

Sede Operativa: A. Binni, 2

Stella di Monsampolo del Tronto

Tel: 0735.710378 

E-mail: vigili@comune.monsampolodeltronto.ap.it

 


Condividi questo contenuto

In questa pagina

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Monsampolo del Tronto (AP) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.